Errani e Camusso ad un tavolo di confronto a Modena

Progettare il futuro dopo il terremoto

Ferrara - "Progettare il futuro dopo il terremoto – Il tempo della ricostruzione per un nuovo modello di sviluppo e un nuovo piano per il lavoro": è il titolo del convegno promosso dalla Cgil Emilia Romagna che si terrà a Modena, venerdì 30 novembre 2012, presso l’Auditorium della Fondazione Marco Biagi.

Evento clou dell’iniziativa è la tavola rotonda prevista nel pomeriggio con la partecipazione del commissario straordinario Vasco Errani, del segretario generale Cgil Susanna Camusso, del presidente Confindustria regionale Maurizio Marchesini.

Dopo il saluto del Rettore dell’ateneo di Modena e Reggio Emilia Aldo Tomasi, il programma della mattinata prevede la relazione del segretario generale Cgil regionale Vincenzo Colla, le comunicazioni del segretario generale Cgil modenese Donato Pivanti e dei segretari Cgil regionale Daniela Bortolotti, Antonio Mattioli, Mirto Bassoli; gli interventi di interlocutori esterni quali Alfredo Alietti, ricercatore dell’Università di Ferrara; l’economista Margherita Russo dell’università di Modena e Reggio Emilia; Lucia Musti, Procuratore Aggiunto della Procura di Modena.

Nel pomeriggio parleranno i segretari generali Cgil di Ferrara Giuliano Guietti, di Bologna Danilo Gruppi, di Reggio Emilia Guido Mora, dell’Aquila Umberto Trasatti e Gianni Fiorucci, della segreteria Cgil di Perugia. Alle 15,30 infine la tavola rotonda, coordinata dalla giornalista Ilaria Vesentini.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.