Terremoto Emilia: stop proroghe contributi

Ferrara - La Camera ieri ha votato la fiducia al Governo sul decreto legge sui costi della politica.

Il via libera di Montecitorio è arrivato con 424 voti a favore, 78 contrari e 16 astenuti, per la fiducia numero 43 di questo Governo.

Nel decreto anche le misure per le aziende delle zone colpite dal terremoto nel maggio scorso ed in particolare un emendamento per la proroga dei versamenti di tasse e contributi fino a giugno 2013.

Proprio sulle questioni delle zone terremotate l’esecutivoera andato in minoranza nella giornata di mercoledì, poi è arrivato l’accordo fra Governo e maggioranza. Le parti hanno infatti deciso di accettare un emendamento proposto dai relatori, in un accordo che non soddisfa le parti locali in causa: è stata approvata infatti la proroga della sospensione dei pagamenti dei tributi ma non quella per i contributi.

Questo significherà che dal 16 dicembre le aziende colpite dal sisma dovranno cominciare a pagare i contributi per i lavoratori ma potranno accedere a mutui agevolati, a tasso d’interesse zero, fino al 30 giugno. Questo meccanismo del finanziamento è previsto anche per i lavoratori dipendenti che hanno la casa inagibile: per pagare l'Irpef, da dicembre al giugno, potranno chiedere un finanziamento in banca a tasso zero.

I finanziamenti saranno coperti da un accordo tra Cassa depositi e prestiti e Abi e le spese saranno sostenute con un prelievo dall’otto per mille.

Con il pagamento dei contributi e i premi Inail da pagarsi da dicembre, invece, la busta paga per i lavoratori sarà dimezzata, mentre gli imprenditori dovranno versare la loro quota in un'unica soluzione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.