16 ottobre 2012 - Ferrara, Cronaca

Giro d'affari illeciti da 60 milioni di euro

Indagato un uomo residente a Ferrara

Ferrara – La Guardia di Finanza di Ancona ha sgominato un sodalizio criminale riconducibile ad un pregiudicato di Ascoli, P.E. sessantaseienne residente a Ferrara. L'operazione, chiamata “Great Tower” e coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, Dott. Andrea De Feis, ha visto gli uomini delle Fiamme Gialle impegnati per più di due anni in indagini complesse che hanno toccato Marche, Emilia Romagna, Lazio e Sardegna.

Le indagini hanno permesso di ricostruire il patrimonio immobiliare acquisito nel tempo da P.E., il quale dichiarava capacità reddituali modeste mente tutti i beni a lui riferibili erani intestati a società “cassaforte” gestite da prestanomi. Nel medesimo periodo l’indagato, attraverso altre società intestate ad altrettanti prestanome, è riuscito ad accreditarsi presso diversi istituti di credito, mediante apertura di numerosi conti correnti, oltre 60 milioni di euro e perpetrare una rilevante truffa ai danno dell’erario per oltre € 600.000 attraverso indebiti rimborsi IVA ed altra ai danni di un ignaro istituto di credito per circa € 400.000.

“Great Tower” ha consentito di segnalare all’Autorità Giudiziaria maceratese 29 soggetti responsabili, a vario titolo di diverse condotte delittuose (associazione a delinquere finalizzata alla truffa, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori) con contestuale sequestro preventivo sulla base della normativa antimafia di 3 abitazioni indipendenti, di cui una in costruzione, ed un terreno del valore di mercato di circa un milione di euro; quote societarie riferibili a 11 società di capitali con sedi legali ed amministrative nelle regioni Marche, Emilia Romagna, Lazio, Sardegna; 9 autovetture di cui 4 di grossa cilindrata; saldi attivi di 15 conti correnti intestati agli indagati.

Due delle aziende sequestrate avrebbero sede nella provincia di Ferrara: si tratta della Eleuteri Group s.r.l. e la Gpe Gestione Pubblici Esercizi s.r.l. (con sede a Cento). A quanto risulta le società in questione avrebbero acquistato un centro commerciale in costruzione.

Inoltre, dall'esame dell'imponente documentazione bancaria acquisita, e' stato possibile rilevare violazioni alla normativa antiriciclaggio per importi rilevanti: sono 10 i funzionari di banca, dipendenti di 9 istituti di credito di rilevanza nazionale, sanzionati per aver omesso di segnalare le operazioni finanziarie sospette per un ammontare di circa 3,7 milioni di euro.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.