9 ottobre 2012 - Ferrara, Cronaca

Picchia, insulta e minaccia i carabinieri: condannato a otto mesi

Ferrara – Un uomo di 27 anni è stato arresto ieri sera dai Carabinieri di Ferrara per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché denunciato anche per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.

A. N., tunisino del 1985, residente a Modena, celibe, disoccupato e censito, ieri sera intorno alle 21.40 si trovava a casa della sua fidanzata in via Aguiari quando – a causa di una lite fra i due – i vicini hanno sentito delle grida e hanno chiamato i Carabinieri.

Giunti sul posto i militari hanno appurato che il giovane, che al loro arrivo era appena uscito dall'appartamento, era piuttosto alterato e alla richiesta di spiegazioni questo ha cominciato ad inveire contro di loro.

Nonostante i tentativi di calmarlo, il tunisino si è lanciato contro il carabiniere più vicino prendendolo a calci e pugni, colpendolo anche con una testata sul volto e mordendogli la mano, il tutto mentre l'altro collega era intento a compiere gli accertamenti di rito.

Grazie all’ausilio di altra pattuglia giunta sul posto, l’aggressore è stato bloccato per essere successivamente accompagnato presso il Comando di via della Sala, dove però l'uomo ha continuato ad inveire contro i carabinieri, minacciandoli e offendendoli.

A conclusione degli accertamenti il giovane veniva dichiarato in arresto : informato il magistrato, veniva quindi portato presso la casa circondariale di via Arginone, disposizione dell’autorità giudiziaria.

Oggi alle 13 circa si è tenuta la convalida dell'arresto con un processo per direttissima, in esito al quale il tunisino è stato condannato a 8 mesi con pena sospesa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.