27 aprile 2011 - Economia & Lavoro

CariCento in assemblea per il bilancio

Venerdì 29 aprile

L’assemblea dei soci della Cassa di Risparmio di Cento è stata convocata per venerdì 29 aprile alle 15,30 presso il Centro polifunzionale Pandurera di Cento. All’ordine del giorno figura, in particolare, l’approvazione del bilancio 2010.

Il risultato dell’esercizio è già stato reso noto nei giorni scorsi dal Consiglio di amministrazione: l’utile netto è di 4,013 milioni di euro e costituisce un risultato soddisfacente poiché conseguito in un contesto macroeconomico caratterizzato dal perdurare degli effetti della crisi e in un mercato finanziario tuttora condizionato da elementi di forte incertezza. Il Consiglio di amministrazione presieduto da Carlo Alberto Roncarati, che ha approvato e deliberato all’unanimità il progetto di bilancio, proporrà all’assemblea (gli azionisti sono oltre 6.200) l’assegnazione di un Dividendo pari a € 0,10 per azione, raggiungendo il duplice obiettivo di autofinanziare l’attività caratteristica e rispondere al rafforzamento patrimoniale richiesto al sistema creditizio dall’Organo di Vigilanza.

La strategia di base è stata volta in primo luogo a salvaguardare il patrimonio evitando rischi che avrebbero potuto inserirsi pericolosamente in un quadro esterno di grande difficoltà. La Banca, direttore generale Ivan Damiano, opera con 48 filiali nelle province di Ferrara, Bologna e Modena. Quanto ai volumi, la Raccolta totale supera i 3,8 miliardi di euro (+0,9%), gli Impieghi sono pari a 1,9 miliardi di euro (+4%). I dipendenti sono 425.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.