4 luglio 2011 - Cultura e Spettacoli

“Dopo la guerra alla droga”

La presentazione del libro alla Libreria Melbookstore

Mercoledì 6 luglio alle ore 18, presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino Libreria Melbookstore di Ferrara, in collaborazione con Arci-CGIL-Forum Droghe, si terrà la presentazione del volume “Transform Drug Policy Foundation. Dopo la guerra alla droga. Un piano per la regolamentazione legale delle droghe” (Ediesse editore).
Saranno presenti Giuseppe Bortone, responsabile nazionale del Settore Tossicodipendenze della CGIL, e Franco Corleone, segretario di Forum Droghe, curatore dell'edizione italiana.

Dopo la guerra alla droga
Quale può essere in concreto un percorso per superare l'ultracentenario regime mondiale di proibizione delle droghe definito dalle Convenzioni delle Nazioni Unite? Quali sono le opzioni possibili per la regolamentazione legale della produzione, dell'offerta e del consumo di tutte le droghe, illegali e legali? Attraverso quali tappe si deve procedere? Come distinguere fra le varie sostanze? Il volume di Transform, la fondazione britannica impegnata da anni sul terreno della riforma della politica sulle droghe, ha l'ambizione di rispondere a questi quesiti, offrendo una impalcatura normativa per tutte le sostanze psicoattive ad uso non medico. Con pragmatismo tipicamente anglosassone, gli autori scelgono i mattoni e presentano i plastici di costruzione del nuovo edificio legale che potrebbe sorgere dall'auspicabile "cambio di paradigma". Una riforma ormai inevitabile perché sono molti i segni di crisi della "guerra alla droga": nonostante l'insistente retorica, imponenti evidenze ne documentano ormai la bancarotta politica, scientifica, etica. Forum Droghe con la condivisione della CGIL ha ritenuto utile presentare ai lettori italiani questa guida pratica ad una nuova politica delle droghe, radicata in "scienza e coscienza". La legalizzazione è un orizzonte possibile, a patto di discuterne con documentazione, discernimento e senza pregiudizi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Commenti Recenti