31 maggio 2011 - Cultura e Spettacoli

Vinicio Capossela a "Ferrara sotto le Stelle"

Il live darà una dimensione “teatrale” a Piazza Castello

Venerdì 15 luglio Piazza Castello si popolerà con i marinai, i profeti e le balene di Capossela, che ritorna a Ferrara per presentare il suo ultimo album “Marinai, profeti e balene”, pubblicato lo scorso 26 aprile (La Cupa/Warner), subito balzato ai vertici delle classifiche con oltre 40.000 copie vendute in pochi giorni.
Il Mare: mitologia, canzone di gesta, simbolo del fato, sfida al destino, scenario di passioni umane, organismo vivente, acquario abissale, spettri, presagi, voci di marinai, uragani, naufragi... Troppo vasta è la materia per ricondurla a un disco solo. Eccone allora due, uno oceanico e l’altro omerico.
Diciannove pezzi inediti in ottantasei minuti di musica. Un’opera fuori misura, ciclopedica: la Marina Commedia di Vinicio Capossela - le cui canzoni, già dal giorno successivo all’uscita hanno cominciato un lungo viaggio nei teatri di diverse città d’Italia, collezionando un successo dopo l’altro, raccogliendo larghi consensi, sia da parte del pubblico, che da parte della critica.
E’ uno spettacolo complesso e affascinante, quello allestito da Capossela per portare sul palco il suo ultimo disco. Rinchiuso dentro il ventre della balena, che poi si apre per trasformarsi in chiglia di nave, il Capitano e la sua orchestra partono dall’abisso per avventurarsi in mare aperto, tra animali leggendari, sirene, polpi, conchiglie e fantasmi…
Racconti di marinai coraggiosi che sfidano la tempesta e di profeti che interpretano i sogni e gli enigmi dell’esistenza.
La ciurma che segue Capitan Capossela nella sua impresa marinaresca è composta da: Mauro Ottolini (trombone, conchiglie, ottoni, flauti, kalimba, temporale), Achille Succi (flauti, shakuhachi, shehnai, tin whistle), Alessandro “Asso” Stefana (chitarre, banjo, baglama), Glauco Zuppiroli (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria, conga, gong delle nuvole, teste di morto), Francesco Arcuri (sega musicale, balafon, campionatore, steel drum, saz, santoor), Vincenzo Vasi (theremin, campionatore, marimba, voce, glockenspiel) e il coro formato da Massimiliano Cutrera, Giovanna Dallelli, Edoardo Rossi e Diletta Donati.
La complessa scenografia che accompagna il live ha imposto una dimensione “teatrale” a Piazza Castello: saranno disposte le sedie e i posti disponibili saranno tutti a sedere e numerati.
Il prezzo d'ingresso è di 40 euro + diritti di prevendita.
Le prevendite sono già attive presso la sede dell'Arci (contrada della Rosa 14, tel. 0532.241419) e sul circuito Vivaticket, dai prossimi giorni sul circuito Ticketone.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti