16 agosto 2011 - Cronaca

Droga al rave party, quattro arresti

Blitz al Lido di Volano dei carabinieri. Dieci persone denunciate e sedici segnalate

Lido di Volano. Un rave party non autorizzato è stato interrotto al Lido di Volano dai carabinieri di Comacchio, che hanno proceduto all’arresto di quattro persone, accusate di altrettanti reati: detenzione di droga a fini di spaccio, furto aggravato, resistenza e false dichiarazioni a pubblico ufficiale. Il servizio dei militari, che ha avuto inizio alla mezzanotte del 12 agosto e si è concluso a Ferragosto, ha portato inoltre alla denuncia in stato di libertà di altre dieci persone e alla segnalazione di 16 persone alle prefetture di residenza.

In manette è finito M.F., 23enne residente a Feltre (BL). Il giovane è stato trovato in possesso di 21 grammi di hashish, 3 di marijuana e 5 di cristalli di ecstasy. Il ragazzo è stato sorpreso dai militari della stazione di Porto Garibaldi, a Lido Volano, nei pressi della spiaggia libera adiacente al luogo dove si stava svolgendo un rave party non autorizzato, mentre stava cedendo una dose di hashish a un 20 enne residente nel bellunese. La successiva perquisizione ha permesso ai militari dell’Arma di rinvenire la droga. Il giovane terminate le formalità di rito è stato rimesso in libertà su disposizione del pm di turno. Fra le persone arrestate anche K.B., 22 enne ucraino, domiciliato in Italia senza fissa dimora. L’uomo alle ore 23 del 12 agosto, in seguito a un controllo alla circolazione stradale attuato da una pattuglia del N.O.R. ha presentato un documento d’identità rumeno, risultato contraffatto. Gli accertamenti eseguiti dagli uomini dell’arma hanno permesso di accertare che la carta d’identità, rumena, era intestata ad un altro cittadino rumeno, oltre a essere scaduta di validità. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato; processato per direttissima il giorno successivo, è stato condannato a 5 mesi di reclusione che dovrà scontare in carcere poiché senza dimora in Italia.

Il terzo arrestato è T.U., 56enne, italiano, residente a Codigoro, con diversi precedenti specifici. E’ stato sorpreso, sabato 13 agosto, dal responsabile del Supermercato Aliper di Lagosanto con merce di vario tipo per un valore complessivo di 400 euro. L’uomo aveva architettato un metodo ingegnoso per asportare la merce dall’interno dell’ipermercato; infatti, aveva occultato la merce dentro alcune tasche interne della propria camicia ed utilizzando un cartone con il “doppio fondo”. Inoltre sull’uomo è stata trovata una lista della spesa con la merce che doveva “acquistare”. L’uomo una volta sorpreso è stato consegnato ai militari della Stazione di Lagosanto i quali l’hanno dichiarato in arresto per furto aggravato. Il 56enne terminate le formalità di rito è stato rimesso in libertà su disposizione del pm di turno, mentre la merce è stata riconsegnata al responsabile dell’esercizio commerciale. Nei guai è finito anche D.C., 35enne rumeno, domiciliato in Italia senza fissa dimora. L’uomo era stato fermato a Lido Nazioni, sotto l’effetto di sostanze alcooliche, mentre si trovava alla guida. Essendo senza documenti, è stato portato in caserma per le operazioni d’identificazione. Durante tali formalità D.C. ha aggredito i militari che lo stavano foto segnalando. I carabinieri sono però riusciti a immobilizzare l’uomo che, dopol’arresto per resistenza, è stato rimesso in libertà su disposizione del pm di turno.

Al rave party non autorizzato del Lido di Volano, che si stava svolgendo in località Punta Volano, che è sul confine tra i Comuni di Comacchio e Goro, stavano partecipando circa 300 persone provenienti dal Nord Italia, in prevalenza giovani “Punkabestia”. Il luogo dell’evento era, comunque, in una zona difficile da raggiungere; infatti, i giovani si trovavano “obbligati” a lasciare i propri mezzi all’ingresso di Lido Volano, dove sono stati identificati e controllati dai militari dell’Arma presenti in forze per evitare problematiche legate all’ordine pubblico e al consumo degli stupefacenti. I giovani, quindi, dovevano addentrarsi nella pineta e, proseguire a piedi per circa 25/30 minuti per raggiungere il tratto di spiaggia libera di Punta Volano. La mattina dopo i giovani, in considerazione della presenza massiccia dell’Arma e dell’attività preventiva e repressiva svolta la sera precedente, hanno preferito evitare di riunirsi nuovamente la notte di ferragosto limitandosi a festeggiare nei locali della Costa.

L’Arma ha messo in campo complessivamente 75 pattuglie in auto, 15 pattuglie di motociclisti e 3 pattuglie con la motovedetta dell’Arma dei Carabinieri per garantire la sicurezza anche in mare. In totale lo stupefacente sequestrato ammonta a 56 grammi tra cocaina, hashish, marijuana, eroina ed ecstasy.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.