25 luglio 2011 - Cronaca

A Unife 15 Architetti canadesi

Partecipano alla Scuola estiva “Recuperare il passato per creare un futuro più sostenibile”

Sono 15 gli Architetti canadesi arrivati a Ferrara sabato 23 luglio per partecipare alla Summer School “Recovery of the Past to create a more sustainable Future” (Recuperare il passato per creare un futuro più sostenibile).
Il corso estivo è stato organizzato dall'Arch. Maddalena Coccagna del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, in collaborazione con l'Ordine degli Architetti Canadese (RAIC) e altri Ricercatori della Facoltà di Architettura che appartengono al TekneHub, uno dei quattro Laboratori del Tecnopolo regionale che fa capo all’Ateneo estense.
Gli Architetti canadesi sono attualmente impegnati in visite ed approfondimenti, anche presso cantieri di restauro, per studiare le tecniche di recupero e di valorizzazione del centro storico così come sperimentati a Ferrara.
Il Comune di Ferrara, la Soprintendenza e la Direzione Regionale dei Beni Culturali hanno dato grande sostegno all’iniziativa, mettendo a disposizione progetti di estremo interesse come il recupero del soffitto dorato di Palazzo Municipale, il restauro di Palazzo Prosperi Sacrati, di Casa Minerbi Dal Sale, di Palazzo Tassoni e, naturalmente, del MEIS, Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah.
Da mercoledì 27 luglio il gruppo si trasferirà a Bologna, per studiare il progetto “Genus Bononiae. Musei nella Città”, un percorso culturale, artistico e museale articolato in edifici storici (restaurati e recuperati all’uso pubblico a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna) ed il restauro dell’Oratorio dei Filippini (a cura della Fondazione del Monte).
Il corso si concluderà il 28 e il 29 luglio a Bolzano, in visita ai progetti innovativi di nuova costruzione, recupero e restauro ad alta efficienza energetica.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.