6 novembre 2019 - Comacchio, Cronaca

Tentata rapina in una banca di Porto Garibaldi

I Carabinieri arrestano in flagranza tre rapinatori

Una tentata rapina, nella giornata di ieri, martedì 5 novembre, in una banca di Porto Garibaldi. Allertati dall'allarme antirapina della filiale della "Cassa di Risparmio di Ravenna", i Carabinieri sono immediatamente intervenuti.

I rapinatori avevano rinchiuso in uno stanzino due impiegate e una cliente della banca, e, all'arrivo dei Carabinieri, sono stati ritrovati in possesso di 23.000 eruo, già sottratti dalle casse della banca dopo le minacce al direttore, i rapinatori erano in attesa dell'apertura della cassaforte temporizzata.

I tre identificati sono pregiudicati di origine campana.

I Carabinieri di Comacchio hanno poi proseguito gli accertamenti fino a tarda notte, individuando così la base logistica del gruppo criminoso. Da qui si è verificato il fermo di un quarto uomo e la denuncia in stato di libertà di un quinto componente della banda. Inoltre è stato rinvenuto, e conseguentemente sequestrato, svariato materiale, tra cui la vettura (un'Alfa Romeo Stelvio) utilizzata per raggiungere la banca e le targhe contraffatte.

Dopo l'intervento in flagranza, le indagini immediatamente condotte, hanno permesso di individuare il luogo in cui si era rifugiato il quarto complice, fuggito dal luogo del delitto con un'auto munita di targa falsa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi