18 giugno 2015 - Comacchio, Agenda, Cronaca, Eventi

Lidi di Comacchio, jazz all'alba per una traversata in motonave

Verrà proposta la musica del Jazzlife Trio: Luca di Luzio, Luca Quadrelli, Dino Mondello

 

Sarà un'anteprima del “Comacchio & Lidi in Jazz” l'evento in programma martedì 23 giugno alle 5. La rassegna, all’interno del calendario di animazione estivo “Aspettando la Sagra dell’Anguilla”, proporrà una serie di eventi musicali ai Lidi di Comacchio.

Martedì è organizzata per l'occasione una suggestiva traversata che partirà da Porto Garibaldi. A bordo della Motonave Dalì si potrà ascoltare la musica del Jazzlife Trio, alias Luca di Luzio (chitarra), Luca Quadrelli (sax) e Dino Mondello (contrabbasso), che proporrà un repertorio dedicato ai “grandi” del jazz: Ellington, Kern, Porter, Gershwin. A bordo sarà servita a tutti i partecipanti la colazione, offerta dall’Associazione Jazz Life.

Per l'evento Jazzlife mette a disposizione un numero limitato di posti, assegnati su prenotazione con un massimo di 2 posti prenotabili per persona entro lunedì 22 giugno.

Per prenotare: tel: 335 1340537, mail: info@jazzlife.it indicando i nomi delle persone partecipanti e un recapito telefonico.

Il ritrovo è alle 5.00 al porto canale di Porto Garibaldi, imbarco Motonave Dalì.

 

Breve biografia dei musicisti.

 

Luca di Luzio, chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile, suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion e il blues. Ha un talento eclettico ed è impegnato in numerosi progetti musicali con artisti internazionali. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Roberto Spadoni, James Newton, Flavio Piscopo, Bob Stoloff, Massimo Manzi, Tom Sheret, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini, Chica Piazzolla, Barend Midelhoff, Marco Tamburini, James Monque D., Howard Paul, Garrison Fewell. Si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.

 

Classe 1959, Dino Mondello, inizia a suonare il basso a 18 anni in un gruppo di disco-music. Si appassiona alla musica fusion subendo le influenze di Jaco Pastorius. Suona nei “Top Spin” e in seguito con diverse altre formazioni, esplorando il mondo musicale jazz fusion. Dal 2003 inizia a suonare il contrabbasso nel “Monica Gualdi jazz trio” (con M.G. voce e Marco Preger chitarra jazz). Nel 2006 si iscrive al corso di laurea in Musica di Jazz al conservatorio di Rovigo sotto la guida di Stefano Senni. Nel 2010 consegue il titolo triennale ed è tuttora iscritto al biennio specialistico. Ha collaborato con musicisti del calibro di Paul Jeffrey, Claudio Fasoli, Ellade Bandini, Marco Tamburini, Stefano Onorati, Marcello Tonolo, Sandro Gibellini, Stefano Paolini e Mauro Beggio. Fa parte dell’organico della “Venezze big band”.

 

Luca Quadrelli, riminese, si diploma in Sassofono presso il Conservatorio di Cesena sotto la guida di Gilberto Monetti che lo coinvolge in numerosi progetti musicali italiani e internazionali. Dal 1994 si avvicina alla musica jazz e inizia a collaborare a numerose produzioni. Musicista versatile in grado di spaziare dal classico, al latin jazz, alla bossanova, fino al soul e al rock&roll, è attivo in Italia con diverse formazioni. Insieme al chitarrista Luca di Luzio fa parte del "Blue 4ett”, del quartetto di latin jazz e musica brasiliana “Barioca”. A Igea Marina dove vive, affianca l'attività concertistica all'insegnamento presso la scuola comunale "Glenn Gould". Insegna sassofono anche presso la scuola di musica comunale di Pietracuta.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.