4 aprile 2018 - Cento, Cronaca

Guida in stato di ebbrezza e porto di oggetti atti ad offendere, domiciliari per un 49enne

La condanna è di 6 mesi

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Comando Compagnia di Cento hanno eseguito due ordinanze restrittive della libertà personale, traendo in arresto le seguenti persone: un 34enne albanese, in esecuzione di un Ordine di Carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Bologna, il quale già affidato in prova al servizio sociale, ha violato le prescrizioni impostegli dal Tribunale di Sorveglianza del capoluogo felsineo che ha quindi ripristinata la misura della custodia in carcere; un 49enne italiano cui è stato notificato un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione in regime di detenzione domiciliare anche questo emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Bologna dovendo l’uomo scontare una condanna definitiva di 6 mesi di arresto per porto di armi e/o oggetti atti ad offendere e guida in stato di ebbrezza alcolica.

 

Sempre ieri, in Terre del Reno, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria per trasporto non autorizzato di rifiuti un uomo rumeno classe 1977 il quale, nel corso della mattinata, veniva controllato dai militari operanti in Corso Italia, intento a trasportare materiale ferroso privo della prescritta autorizzazione. Il materiale è stato sottoposto a sequestro ed il veicolo utilizzato è stato sottoposto a fermo amministrativo.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.