29 marzo 2018 - Cento, Cronaca

A soli 23 anni ha già girato il mondo, a Cento un incontro con Andrea Puliga

Presenterà il libro “Il Mondo in Pillole”

Due anni fa preparava lo zaino per affrontare l’inverno sulla Transiberiana e per sopravvivere al nomadismo nel Deserto del Gobi, da quel momento la sua vita sarebbe diventata un susseguirsi di avventure. Di lì a poco, Andrea si sarebbe trovato in case di sconosciuti in una delle città più pericolose dell’Asia, avrebbe nuotato con gli squali balena in un’isola filippina, sarebbe diventato amico del settantunesimo figlio di Confucio, avrebbe visitato il confine nordcoreano e avrebbe dormito per mesi sul divano di una famiglia australiana.

Mercoledì 4 Aprile alle 18:00 in Sala Zarri a Cento, Andrea Puliga, autore de Il Mondo In Pillole vi porterà in giro per il mondo raccontandovi storie, aneddoti e immagini dai suoi viaggi low cost.

L’AUTORE: Andrea Puliga nasce in Sardegna nel 1994. All’età di 7 anni si trasferisce coi genitori nel centese, dove frequenterà più tardi  il Liceo Giuseppe Cevolani. Conseguito il diploma, prosegue gli studi prima in Austria, poi in Russia, dove percorre la Transiberiana e la Transmongolica in un viaggio lungo un mese. La passione per la fotografia unita alla voglia di esplorare il mondo lo portano per diversi mesi nelle Filippine, in Corea del Sud, in Australia, in Cambogia e in Vietnam.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.