25 settembre 2015 - Cento, Agenda, Cronaca

Cento, incontro con Gian Carlo Caselli

L'ex magistrato è stato impegnato a lungo contro il terrorismo e la mafia

Lunedì 28 settembre la città di Cento, rende noto l'Amministrazione comunale, avrà l’onore di ospitare Gian Carlo Caselli, ex magistrato a lungo in prima fila nel contrasto al terrorismo e nella lotta alle mafie e per anni alla direzione di Procure come Torino e Palermo. Caselli è inoltre co-fondatore, insieme a Don Luigi Ciotti, dell’Associazione “Libera” nonchè autore di numerose pubblicazioni sui temi della legalità e della giustizia.

Il primo appuntamento di lunedì è previsto per le 17.30, presso Piazza “21 marzo – Giornata a ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie” a Penzale, per un aperitivo in compagnia del magistrato.

Alle 20.45 poi, presso il Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, Caselli parlerà di “Giustizia e Costituzione” partendo dal presupposto che “i primi robusti anticorpi contro le mafie e le ingiustizie sociali sono conservati nei principi della nostra Carta Costituzionale”.

"Non mancherà di certo il contributo di esperienza personale dell'illustre ospite, che ha dedicato la propria vita al contrasto di tutto ciò che mette in pericolo la nostra democrazia, anche quando riguarda i poteri forti".

L’iniziativa è organizzata da Libera Presidio del Centopievese "Barbara, Giuseppe e Salvatore Asta", dall'Associazione per la Pace nel Centopievese - socio Libera e dalla Sezione Alto Ferrarese del WWF, in collaborazione con il Comune di Cento e il patrocinio dell'Unione Reno Galliera.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni